sabato, febbraio 19, 2005

Le colpe dei padri non dovrebbero ricadere sui figli

Perchè porre freno alla fantasia?
Il sito Baby name wizard, di cui sono venuto a conoscenza grazie a 4 Banalitaten, dà un'idea di come, negli Stati Uniti, i nomi siano una questione di creatività più che di significato: Diamante Phiona, Donna, Zulma, Ridge, Brookyln e via, sempre più in alto.
A lungo mi sono chiesto: "Ma che acciderbolina vorrà dire "Condoleezza"?". Ecco la risposta. Il segretario di Stato americano si chiama così perchè il papà (appassionato di musica lirica) ha pensato che al mondo non ci potesse essere nome più bello della traduzione slang del termine lirico (che presumo tecnico, come "Adagio" o "Allegro") "Con dolcezza". Mah!
P.s. Anche in Italia, comunque, non c'è da stare allegri. I Ridge Sbrusegòn e le Kelly Trevisan sono là, appena dietro l'angolo.

1 Comments:

Blogger Stef said...

non sono dentro l'angolo, sono fra noi. Mia madre ha gia' avuto schiere di Sue Ellen Sgnaolin (e tutte le possibili varianti) fra suoi allievi in un ITC trevigiano.
A proposito di varianti, alla tv digitale c'e' "Judge Judy", che e' praticamente il Forum americano. I nomi dei partecipanti, classe sociale medio-bassa, sono uno spasso e prima o poi dovrei decidermi a fare un elenco. Bastino tutte le versioni possibili di "Kelly" (Keeley, Kellii), le K sostituite con le Q (Quainisha) e le mie preferite, le "LA". La Toya, La Tavia, ma soprattutto (visto con questi occhi), La Trina!!!!
Speriamo non le venga mai in mente una vacanza in Italia...

1:07 PM  

Posta un commento

<< Home