martedì, marzo 08, 2005

Bonjour finesse!

Gole profonde capillarmente diffuse sul territorio (una ogni 7 chilometri circa) m'informano che oggi, sulle scalinate di Ca' Sugana, il prosindaco Giancarlo Gentilini si è esibito in un confronto aperto (e moderno) con il mondo della carta stampata.
Dopo aver domandato con il consueto fare amabile: "Dove xeo queo dea Tribuna?", riferendosi ad un giornalista reo d'aver detto il vero sulla Treviso Marathon, alla risposta complice dei cronisti intimoriti ("Non c'è"*), ha risposto "Beh, dixeghe chel vada 'fanculo".
Le prossime esternazioni ufficiali, secondo i bene informati, dovrebbero essere il rutto libero e la scorreggia franca.
*In realtà era sito all'Urp, dove s'era appena recato con tempestività da zingara veggente.

2 Comments:

Blogger bucaniere said...

Ma il giornalista della Tribuna è stato l'unico ad accogersi dei disagi?

4:47 PM  
Blogger Catcher Bloch said...

Il problema non erano i disagi, bensì le balle clamorose sulla partecipazione e sulla "seconda maratona d'Italia".
"Zaia dà i numeri [...]", l'ironia al servizo della verità.

3:10 PM  

Posta un commento

<< Home