martedì, marzo 01, 2005

Complimentoni ai consulenti d'immagine!

Domanda: ma quanto brutti sono i poster elettorali di Galan?
Volto grigio (ed ingrigito) con occhi afflitti a dire "Sono qui, nella mestizia di una vita che non riserva che infelicità e malinconia. Perchè non mi voti?". Il tutto su tetro sfondo blu tenebra mentre su campo vermiglio acceso, a ricordare il sangue che scorre, campeggia lo slogan: "Giancarlo Galan, il nostro presidente". Il "nostro" presidente? Tiè!