sabato, marzo 19, 2005

Se capitan Salmaso non ci sta

Si dice che Mirella Tuzzato, presidente di TrevisoViva, debba ancora digerire l'indimenticabile siparietto di mercoledì scorso quando, durante la conferenza stampa per la presentazione della manifestazione Treviso città aperta, il comandante dei vigili urbani, Danilo Salmaso, non gli ne ha fatta passare una. Tutto è iniziato sotto i peggiori auspici: Tuzzato porta con sé il rappresentante (romano) di un'azienda produttrice di scooter elettrici. "Mi sembrava opportuno, dal momento che...". "Non è affatto opportuno. Lei non può invitare ad una conferenza stampa indetta da noi ospiti suoi. Io non conosco il signore, non è stato invitato, qui non si siede al tavolo". Splendida la scenetta con gli altri invitati allibiti e il poveraccio costretto a sedersi tra i banchi due file più indietro. Il battibecco è quindi proseguito per tutta la conferenza, arrivando al suo zenit quando Tuzzato, orgogliosa, ha illustrato l'esposizione (con possibilità di prova) di alcuni mezzi elettrici in due piazze della città. Commento di Salmaso: "Però se non sono immatricolati e non è tutto in regola noi li sequestriamo. Faccia attenzione che sia tutto come previsto dalla legge, perchè non si possono fare le cose così tanto per fare". Ennesimo scambio acido, giù il sipario.
P.s. Dopo aver lanciato l'avvertimento alla Tuzzato circa il severo rispetto delle regole, Salmaso ha annunciato con sorrisino complice e birichino, che il prossimo 29 maggio una piazza "centralissima" sarà chiusa per permettere agli under 14 (sic) di correre liberamente a bordo di fiammanti ciclomotori. Così, tanto per provare l'ebbrezza.