giovedì, marzo 10, 2005

Tanto cordoglio. Sì, va bene, ma poi?

Tg2 delle 20.30: "Dear Carlo... Inizia così, confidenzialmente, la lettera inviata oggi da George W. Bush al Capo dello Stato, Carlo Azeglio Ciampi. Una missiva con la quale Bush ha voluto esprimere il proprio cordoglio a tutto il popolo italiano [...] Normalmente il presidente Usa preferisce le telefonate, ma questa volta i membri dello staff sono stati concordi: era necessario fissare con parole scritte sulla carta [...]".
Non credo che il cadavere di Nicola Calipari si debba accontentare di una letterina Postacelere, con i cuoricini e il profumo che esce dalla busta. Forse sarebbe meglio diminuire gli inchini e aumentare gli sforzi per capire che cosa è successo veramente, e cioè la Verità.
O forse sarebbe meglio che Calipari si accontentasse. Le venti salme del Cermis non hanno avuto manco la telefonata.