venerdì, maggio 06, 2005

Ultimi aneliti di vita

Scrivo queste poche righe un attimo prima che il mio calcolatore si blocchi per l'ennesima volta. Ormai manca poco, attendo da un momento all'altro l' errore di sistema che segnerà la fine di questo ennesimo (quanto vano) tentativo finito nel nulla.
Sto bene e questo, per ora, vi basti.
Tornerò e questa, per ora, è solo una speranza a tempo indeterminato.
Nell'attesa della luce, colgo gli ultimi spasmi vitali di questo inutile ordinateur per ringraziare: Microsoft, che ha creato un sistema operativo fallato e perennemente sull'orlo d'una crisi di nervi; Symantec, che mi ha venduto Norton Internet Security spacciandolo per la Muraglia cinese quando in realtà è poco più dello steccato saltato agilmente dallo pseudo vecchio dell'olio Cuore; Windows update, che dà al sistema la spintarella necessaria a precipitare definitivamente dall'orlo di cui sopra; gli hacker che hanno infettato il mio computer, persone che si realizzano nel rovinare la vita (telematica) al prossimo, parassiti della rete, insomma, esseri simili ai moscerini che spaccano il cazzo e nulla più (errata corrige: i moscerini sono un anello indispensabile della catena alimentare. Gli hacker no).